31 maggio 2015

"Onore al vincitore"

E' stato bravissimo Alberto Contador, che è un grande campione, ma anche un gran signore nel gestirsi e nel gestire le varie situazioni/relazioni, tappa dopo tappa. E' stato un bel Giro d'Italia con un ottimo secondo posto in classifica di Fabio Aru, che fa ben sperare per il movimento ciclistico italiano.
Angelo Gentilini

30 maggio 2015

"L'IMPERO VIRTUALE"

Alcune aziende che quindici anni fa non esistevano, come Google e Facebook, oggi costituiscono la nuova e potente oligarchia planetaria del capitalismo digitale. Internet ne rappresenta l’intelaiatura, e i suoi utenti, vale a dire circa tre miliardi di persone, la forza lavoro utilizzata. Le nuove tecnologie digitali fanno ormai parte della nostra vita quotidiana, le portiamo addosso e controllano tutti gli ambienti della vita sociale, dai luoghi di lavoro ai templi del consumo. Questo libro propone una riflessione sui dispositivi attraverso i quali questa oligarchia e queste tecnologie catturano e colonizzano il nostro immaginario a fini di profitto economico e di controllo sociale. E mette in luce il risvolto di tutto ciò, ovvero l’emergere di una nuova e impercepita sudditanza di quel popolo virtuale che, riversando ingenuamente messaggi, fotografie, selfie, ansie e desideri su piattaforme e social-network, contribuisce con le sue stesse pratiche a rafforzare il dominio del nuovo impero. Non conosciamo ancora le conseguenze sui tempi lunghi di questo ulteriore passaggio del modo di produzione capitalistico. Chiara invece appare la necessità di immaginare pratiche di decolonizzazione personale e collettiva per istituire nei luoghi ordinari della vita varchi di liberazione.
Renato Curcio, L'impero virtuale, Colonizzazione dell'immaginario e controllo sociale, Sensibili alle foglie.
Angelo Gentilini, da info Sensibili alle foglie.

28 maggio 2015

Detrazioni fiscali per intestatari alloggi ACER.

Gli assegnatari di ALLOGGIO ACER riceveranno in questi giorni da parte di ACER, assieme alla bolletta dell’affitto, una comunicazione nella quale si dichiara che: L’alloggio in assegnazione rientra nella categoria “ALLOGGIO SOCIALE” così come definito dal DM 22 aprile 2008.
Con questa dichiarazione di ACER l’intestatario del contratto può aver diritto ad una detrazione fiscale: – pari a 900 euro, se il reddito complessivo dell’intestatario non supera euro 15.493,71; – pari a 450 euro, se reddito complessivo dell’intestatario supera euro 15.493,71 ed è inferiore ad euro 30.987,41”. Pertanto l’intestatario del contratto potrà usufruire del beneficio.....
Per approfondire su questa info clicca sul link sotto:
Angelo Gentilini, da info Cgil Imola.it

27 maggio 2015

"L'opinione di Boeri sull' Inps"

L'organizzazione dell'apparato centrale dell'Inps invece di essere imperniata sui servizi ai cittadini, si basa su progetti di dubbia rilevanza, alcuni dei quali fanno venire il sospetto che servano a creare incarichi dirigenziali.......
L'autoreferenzialità dell'Inps è rafforzata dalla progressiva perdita dei rapporti con i clienti, con l'assegnazione di servizi a Caf e Consulenti del lavoro, invece
che con un lavoro congiunto con queste strutture......
Un bilancio poco trasparente, non leggibile neanche da supertecnici, con differenze tra bilanci previsionali e consuntivi....
Una gestione poco attenta dei crediti (sic!).
Una scarsa attenzione alle entrate contributive, con non capacità di raccogliere i frutti del
buon lavoro degli ispettori....
L'Inps ha una struttura monocratica, ma non può autoriformarsi: tocca al Parlamento
e al Governo...
Dunque: una struttura monocratica, autoreferenziale, con scarso rapporto con i clienti,
basata su progetti dubbi, poco attenta ai crediti e alle entrate da evasione contributiva.
Sarà ancora tutta colpa dei pensionati e delle pensionate?

*Audizione in Commissione bicamerale Enti gestori, 20 maggio 2015
Angelo Gentilini, da Passaparola Spi Cgil E.R.


26 maggio 2015

"GIOCHIAMO INSIEME" con la Polisportiva Ponticelli.

Angelo Gentilini, da info Polisportiva Ponticelli Imola.

25 maggio 2015

23 maggio 2015

"Ricordiamoci che Giovanni è morto per tutti noi"

« La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni. » (Giovanni Falcone)
  1. Giovanni Salvatore Augusto Falcone è stato un magistrato italiano. Fu assassinato con la moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta nella strage di Capaci per opera di cosa nostra. 
  2. Data di nascita18 maggio 1939, Palermo - - - Assassinato23 maggio 1992, Capaci
  3. Angelo Gentilini

21 maggio 2015

"Nascita, storia e morte dello Statuto dei Lavoratori"

L'annuncio di un imminente intervento sullo 'Statuto dei lavoratori' da tramutare in 'Statuto dei lavori', con tutto ciò che questa differenza lessicale sottintende, spiega Epifani “si fonda su principi intollerabili che vanno ripudiati: la sostanziale equiparazione dei diritti dei lavoratori dipendenti con quelli dell'impresa, e la riduzione degli spazi di libertà e di autodeterminazione dei lavoratori”. La convinzione di Guglielmo Epifani è che si punta a colpire la nostra carta costituzionale, ciò che si vuole cambiare - afferma ancora - non è soltanto la legislazione vigente, il quadro del diritto del lavoro consolidato, dallo Statuto alle leggi sullo sciopero, ma anche la radice e il fondamento della nostra architettura giuslavorista, ovvero: la Costituzione.
2010, a quarantanni-dallo-statuto-dei lavoratori.

Nel 1970 si affermò lo "Statuto dei Lavoratori", già richiesto al Congresso Cgil del 1952 da Di Vittorio. Lo Statuto sancì per Legge i diritti e le libertà Sindacali ai lavoratori e lavoratrici in Italia.
2011,Storia-della-rappresentanza-dei.lavoratori italiani.

Art.1. L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.Art.4. La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere… un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.
2011,Costituzione-democrazia-lavoro, in Italia.

Con la denominazione di “Statuto dei lavoratori” ci si riferisce alla legge n.300 del 20 maggio 1970, recante “Norme sulla tutela della libertà e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento”, che è una delle norme principali del diritto del lavoro italiano. La sua introduzione provocò importanti e notevoli modifiche sia sul piano delle condizioni di lavoro che su quello dei rapporti fra i datori di lavoro, i lavoratori e lavoratrici e la qualità della loro rappresentanza sindacale. In Italia la democrazia e i diritti costituzionali sono entrati nei luoghi di lavoro dopo anni di dure lotte, culminate con il cosiddetto “Autunno caldo” del 1969.
2012,Difendiamo-lo-statuto-dei-lavoratori italiani.

E cosi dalla fine degli anni 50 e negli anni 60 in Italia furono licenziati "senza giusta causa" 480.000 lavoratori e lavoratrici, colpevoli di essere iscritti ai partiti di sinistra (Pci e Psi) e alla Cgil e di lottare per la difesa dei loro diritti. Nella provincia di Bologna i licenziati "senza giusta causa" furono circa 8.300, soprattutto metalmeccanici. La discriminazione politica e sindacale  non si praticava solo licenziando, ma anche attraverso un selezionato demansionamento, spostando di reparto in reparto  e facendo fare ai lavoratori scomodi dei lavori dequalificanti. Protagonista suo malgrado di quel periodo anche la Cogne di Imola, l’azienda che è stata l’artefice dello sviluppo economico e sociale del territorio imolese.
2014, io-rispetto-le-origini-italiane-e imolesi dell' Art.18.

Al governo guidato da Matteo Renzi è definitivamente ascrivibile un nuovo fatto: una riforma radicale delle norme sul licenziamento in Italia. La denominazione ufficiale parla di “contratto a tutele crescenti” ma il cono di luce che il decreto getta sulla realtà del lavoro in Italia è rovesciato: il protagonista dell’impianto del decreto non è il lavoro né il lavoratore da “tutelare”, ma l’impresa e l’imprenditore da liberare da vincoli sul licenziamento.....
2014, licenziare-facile-e-buon-mercato-con Jobs Act.
2014, il-jobs-act-di-renzi-svaluta-ancor-di più il lavoro.

Venerdì 22 maggio 2015, alle ore 17, in Piazza Caduti per la Libertà a Imola, iniziativa a cura della Camera del Lavoro di Imola:
"LO STATUTO DEI LAVORATORI. Vedovo della Costituzione Italiana. Nato il 20 maggio 1970 e prematuramente scomparso a 45 anni". 
Saranno presenti: Vincenzo Colla (Segr. Reg. Cgil), Paolo Stefani (Segr. Cgil Imola), delegati sindacali e attivisti tutti della Camera del Lavoro.
In memoria del caro estinto, si proclamano: 2 ore di sciopero.
45-anniversario-statuto-dei-lavoratori-il-22-maggio-due-ore-di-sciopero-contro-il-jobs-act/2015/

Angelo Gentilini



20 maggio 2015

"Alè Pungell continuate così"

Buona giornata a tutti con la foto del Ponticelli Calcio, un grande gruppo di ragazzi e una bella Società Sportiva che pratica calcio dilettantistico nel modo giusto e con ottimi risultati. Alè Pungell, continuate così e mille grazie per la bella serata. (Angelo Gentilini)

19 maggio 2015

Carla Cantone,Spi Cgil: "La questione pensioni non è risolta"

“Sulle pensioni da Renzi è arrivata una prima parziale risposta ma la questione non è ancora risolta. Non basta infatti un bonus una tantum per sanare gli arretrati perché così si restituisce solo il 30% del dovuto. I governi hanno prelevato dalle tasche dei pensionati 16 miliardi di euro in quattro anni e nessuno sa dove siano finiti mentre alle grandi rendite non è stato chiesto nulla”.
Così il Segretario generale dello Spi-Cgil Carla Cantone commenta quanto dichiarato oggi dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi.
 “Sulla rivalutazione dal 2016 invece  – ha continuato Cantone -  siamo di fronte ad un passo in avanti ma vogliamo verificare il testo per capire come viene effettivamente tutelato il potere d’acquisto delle pensioni. Per questo insistiamo per un confronto di merito con il governo”.
Angelo Gentilini, da comunicato stampa Spi Cgil.

"Lettera dei sindacati pensionati per Matteo Renzi"

Caro Presidente, la sentenza emanata dalla Corte Costituzionale il 30 aprile scorso ha dichiarato la incostituzionalità del blocco della perequazione delle pensioni superiori a tre volte il minimo (1.405 euro lordi) per gli anni 2012 e 2013. Giovanni, Antonio, Daniela, Franca, Maria, Giuliano, Vittorio, Luisa…e gli altri 225.000 pensionati e pensionate emiliano-romagnoli Le chiedono di sanare una ingiustizia “certificata” e una “discriminazione a danno dei pensionati”, come dice la stessa Corte. La stragrande maggioranza dei Giovanni, Antonio, Luisa, Franca…, dopo un vita di lavoro, “gode” di pensioni che consentono appena una vita dignitosa: lo sa che nella nostra regione i pensionati e le pensionate che prendono più di 3.000 euro lordi al mese sono poco più del 5% del totale, mentre non arriva a 1.000 euro lorde al mese il 35,05%? Questi cittadini hanno subìto un ulteriore grave torto quando il Suo Governo ha negato i famosi 80 euro, perfino agli incapienti. E ci piace sottolineare che i pensionati italiani pagano più tasse degli altri contribuenti, perché la no tax area per le pensioni è pari a 7.500 euro contro gli 8.000 di tutti gli altri: ogni anno il fisco incassa 43 miliardi di euro dalle pensioni, come NON avviene in molti altri Paesi europei, dalla Francia alla Germania. E non sono Giovanni, Antonio, Franca, Daniela…a turare le falle del sistema di welfare, improvvisandosi baby sitter, badanti, assistenti domiciliari, perfino infermieri prendendosi cura di bambini, anziani, situazioni di disagio che il sistema non sarebbe in grado di coprire? E i Centri sociali, il volontariato...(clicca il link sotto per continuare a leggere).
Angelo Gentilini, da info Cgil imola.it

18 maggio 2015

"Mercoledi il Giro d' Italia arriva ad Imola"

Mercoledi 20 maggio, il Giro d'Italia 2015 di ciclismo, farà tappa nella Città di Imola, con arrivo finale all'autodromo "Enzo e Dino Ferrari", dopo 153 km caratterizzati da cinque salite e tre (più uno) giri finali nel classico circuito iridato dei Tre Monti. In ordine le 5 salite da scalare dai corridori sono: il Passo del Trebbio da Dovadola a Modigliana (7 km pendenze 8/9 % nei primi km e all'ultimo km); il Monte Casale da Modigliana a Brisighella (4 km pendenza al 7/8 %); la Valletta, da Fognano alla Zattaglia (3/4 km pendenze al 15%); il Monte Albano, da Zattaglia a Casola Valsenio ( 4 km al 4/5 %); il Valico del Prugno, da Casola Valsenio a Fontanelice ( 6 km al 6/7 %). In cima al Prugno saranno stati percorsi 69 km e dopo giù in picchiata verso Fontanelice con svolta in direzione di Imola, passando da Codrignano e le quattro scalate ai Tre Monti (strappi dal 7% al 15%).  A mio avviso è una tappa molto bella e con un percorso abbastanza impegnativo, ed in più non essendo lunga si presta a fughe destinate ad avere un possibile buon esito finale. Inoltre il giorno successivo, giovedi 21/5, la Città di Imola sarà anche la base di partenza (Piazza Matteotti) della tappa Imola - Vicenza (Monte Berico) di 190 Km.
Angelo Gentilini

16 maggio 2015

Escursione ANPI all' Isola degli Spinaroni.

L’ANPI di Imola, nella ricorrenza del 70° Anniversario della Liberazione, intende organizzare per sabato 27 giugno 2015 una escursione storico naturalistica all’ Isola degli Spinaroni e alla pialassa BaionaNel ravennate, all’interno del Parco del Delta del Po, si potrà vedere, con la barca “Bulow”, un ambiente unico tra fenicotteri, aironi, volpoche, beccacce di mare… Percorrendo i canali del Delta si arriverà all’Isola degli Spinaroni, luogo della Resistenza dove, durante la guerra, soldati italiani e angloamericani, insieme ad ingenti forze partigiane combatterono il nazifascismo e vinsero la “Battaglia delle Valli”. L’escursione sarà organizzata con un minimo di 15 persone ed un massimo di 30, dalle ore 9 fino alle 12. Si potrà poi pranzare presso l’agriturismo “La Cascina” a Mandriole.

Il costo sarà di 15 euro (5 euro per i ragazzi in età scolastica) per l’escursione, il testo “L’Isola degli Spinaroni” e l’incontro didattico storico naturalistico, cui si aggiungerà il costo del pullman da Imola e quello del pranzo.

Gli interessati sono invitati a prenotarsi per tempo (una volta raggiunto il numero massimo, non verranno più accettate prenotazioni) presso l’Anpi di Imola, versando un anticipo di 15 euro. Ove invece non si raggiungesse il numero minimo, l’escursione verrà annullata.

Bruno Solaroli, Presidente ANPI Imola.
Per più info: http://www.anpiimola.it/
Angelo Gentilini, da info ANPI Imola

15 maggio 2015

Se ne andato il "RE DEL BLUES".

B. B. King, nome d'arte di Riley B. King, è stato un chitarrista e cantante statunitense. Con una lunghissima carriera alle spalle, è stato uno dei più importanti esponenti del blues della seconda parte del XX secolo e del XXI. 
  1. Data di nascita16 settembre 1925 (età 89), Berclair, Mississippi, Stati Uniti
  2. Angelo Gentilini

14 maggio 2015

"La contrattazione contro il Jobs Act"

L'Emilia Romagna è terra di Resistenza, ma anche di resistenza sindacale. Attraverso la contrattazione, negli ultimi tempi, il sindacato è riuscito a stringere molti accordi importanti. Un'altra via per difendere e creare lavoro, un'idea diversa da quella che viene proposta dal governo. “Stiamo cercando di mettere in campo un'altra idea di relazioni e di contrattazione. Andiamo nelle imprese a discutere di valore aggiunto, di produttività, di professionalità, di conoscenza, di capacità e di prospettiva vera. Questa è la nostra filosofia, per creare un lavoro di qualità e con diritti di qualità.” A dirlo, ai microfoni di Italia Parla su RadioArticolo1, è il segretario generale della Cgil Emilia Romagna, Vincenzo Colla.  “Stiamo anche mettendo in campo una grossa operazione di accordi dentro le crisi per far sì che non ci siano espulsioni unilaterali su tutto il processo produttivo - ha continuato Colla -. Ma stiamo anche facendo accordi sugli appalti, e per togliere di mezzo la procedura del jobs act. Sta funzionando....
Continua leggere :emilia-romagna-la-contrattazione-contro-il-jobs-act
Colla (Cgil): “Abbiamo stretto accordi importanti. Un'altra via per difendere lavoro e diritti, un'idea diversa da quella del governo. La contrattazione è importante, e può salvare il paese insieme al nuovo Statuto dei lavoratori”.
Angelo Gentilini, da rassegna.it

12 maggio 2015

"Ciao Mimi, oggi il 20° anniversario della sua scomparsa"

Oggi 12 maggio sono passati vent’anni dalla scomparsa di una delle cantautrici più amate della storia della musica italiana, Mia Martini, scomparsa in questo stesso giorno del 1995. Un anniversario significativo per gli amanti della musica italiana, e non solo, poiché Mimì era certamente una di quelle artiste che è impossibile dimenticare; una carriera lunga, splendida, segnata da successi ma anche da sofferenze, che si è conclusa troppo presto. In occasione del ventesimo anniversario della sua scomparsa, la Wall Of Sound Gallery commemora la cantante con la mostra “Mia Martini. L’ultima occasione per vivere”, una selezione di immagini storiche realizzate dai fotografi che più da vicino l’hanno seguita durante l’intero arco della sua carriera: Mauro Balletti, Mimmo Dabbrescia, Guido Harari e Cesare Monti. In mostra ad Alba dal 9 maggio, giorno dell’inaugurazione della mostra, ci saranno anche alcune rare fotografie tratte dall’ Archivio Mia Martini. I fotografi saranno presenti all’incontro inaugurale con il padre di Mia Martini, Giuseppe Berté, per incontrare il pubblico, condividere ricordi e curiosità e firmare copie dell’omonimo libro dal quale è nata la mostra, a cura di Menico Caroli e Guido Harari e edito da TEA. Ad ogni modo molte saranno le manifestazioni per l’anniversario della sua scomparsa sia da parte delle reti televisive che dei fan. Mediaset e la tv della Svizzera italiana infatti faranno molti speciali in suo onore, per ricordare l’eccezionale carriera di Lady Soul.............................
Continua a leggeremia-martini-vent'anni-senza-la-lady-soul-italiana-
Altre info su Mia Martinihttp://it.wikipedia.org/wiki/Mia_Martini
Angelo Gentilini

11 maggio 2015

"Il Governo la finisca con l'arroganza sulla scuola"

"Quando il mondo della scuola si mobilita insieme agli studenti e alle famiglie, con le dimensioni di questo periodo, il governo dovrebbe farsi qualche domanda". Così il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, risponde alle dichiarazioni del ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, in un'intervista a RadioArticolo1.
"A forza di dire che loro tirano dritti, non valutano l'astensione o le mobilitazioni, sembra che si vogliano isolare in una torre d'avorio - prosegue -. L'idea di Boschi, che la scuola non sarebbe 'proprietà dei sindacati', è tipica di un governo che non vuole fare i conti con la realtà del paese: la scuola in Italia viene da una serie di riforme, prima quella Moratti e poi quella Gelmini, che sono sempre state contrastate. Lo stesso governo ha detto che non andavano bene. La scuola oggi è frutto di quei provvedimenti, non certo del sindacato che ha sempre difeso i lavoratori, la funzione sociale e il percorso di costruzione dell'integrazione nella scuola". Susanna Camusso quindi prosegue: "Viene un sospetto: l'arroganza del governo nel negare le ragioni dei lavoratori della scuola significa che non hanno un progetto, e allora affermano il principio della proprietà, il principio che c'è un uomo solo al comando che dirige tutto. Dovrebbero rileggersi gli studiosi del lavoro, che spiegano che non è la singola scuola d'eccellenza che crea crescita e sviluppo, ma è la crescita dell'istruzione in un intero territorio". Continua a leggere....
http://www.rassegna.it-scuola-camusso-governo-arrogante-e-senza-progetto
Angelo Gentilini, da info rassegna.it

09 maggio 2015

"CIAO PEPPINO"

Giuseppe Impastato, meglio noto come Peppino (Cinisi5 gennaio 1948 – Cinisi9 maggio 1978), è stato un giornalistaattivista e poeta italiano, noto per le sue denunce contro le attività di cosa nostra a seguito delle quali fu assassinato, vittima di un attentato il 9 maggio 1978. Peppino Impastato nacque a Cinisi, in provincia di Palermo, il 5 gennaio 1948, da una famiglia mafiosa (il padre Luigi era stato inviato al confino durante il periodo fascista, lo zio e altri parenti erano mafiosi ed il cognato del padre era il capomafia Cesare Manzella, ucciso nel 1963 in un agguato nella sua Giulietta imbottita di tritolo). Ancora ragazzo rompe con il padre, che lo caccia di casa, ed avvia un'attività politico-culturale antimafiosa. Nel 1965 fonda il giornalinoL'idea socialista e aderisce al PSIUP. Dal 1968 in poi, partecipa, con ruolo di dirigente, alle attività dei gruppi comunisti. Conduce le lotte dei contadini espropriati per la costruzione della terza pista dell'aeroporto di Palermo in territorio di Cinisi, degli edili e dei disoccupati. Nel 1976 costituisce il gruppo Musica e cultura, che svolge attività culturali (cineforum, musica, teatro, dibattiti, ecc.); nel 1976 fonda Radio Aut, radio libera autofinanziata, con cui denuncia i delitti e gli affari dei mafiosi di Cinisi e Terrasini, in primo luogo del capomafia Gaetano Badalamenti (spesso chiamato «Tano Seduto» da Peppino[2]), che avevano un ruolo di primo piano nei traffici internazionali di droga, attraverso il controllo dell'aeroporto. Il programma più seguito era Onda pazza, trasmissione satirica con cui sbeffeggiava mafiosi e politici. Nel 1978 si candida nella lista di Democrazia Proletaria alle elezioni comunali. Viene assassinato nella notte tra l'8 e il 9 maggio del 1978, nel corso della campagna elettorale; col suo cadavere venne inscenato un attentato, atto a distruggerne anche l'immagine, in cui la stessa vittima apparisse come attentatore suicida, ponendo una carica di tritolo sotto il suo corpo adagiato sui binari della ferrovia. Pochi giorni dopo, gli elettori di Cinisi votano il suo nome, riuscendo ad eleggerlo, simbolicamente, al Consiglio comunale............
Clicca per leggere tuttohttp://it.wikipedia.org/wiki/Peppino_Impastato ..... http://www.peppinoimpastato.com/.....
Angelo Gentilini

08 maggio 2015

"UN LIBRO PER IL NEPAL"

UN LIBRO PER IL NEPAL - SOTTOSCRIZIONE A FAVORE DEI TERREMOTATI
Il terribile terremoto che ha colpito il NEPAL - mentre non sono ancora quantificabili le reali dimensioni delle vittime, dei feriti e senza tetto, delle distruzioni fisiche - lascia e lascerà per lungo tempo in ginocchio un paese già tra i più poveri del mondo. Già prima della tragedia, alla povertà economica faceva da contrappunto l'enorme ricchezza di una popolazione tenace, impegnata in un proprio difficile percorso di riconquista della democrazia e di uno sviluppo più sostenibile, in un paese morfologicamente e climaticamente molto duro, ma altrettanto ricco di bellezze e patrimoni naturali, storici, artistici, architettonici, anch'essi duramente colpiti dal sisma. Un popolo che merita tutta la nostra solidarietà e di non essere dimenticato, appena passerà l'emozione iniziale............
Angelo Gentilini, da info Nexus Emilia Romagna