31 marzo 2017

RIP "guitar men" Fausto Mesolella.

Una vita in musica, quella di Fausto Mesolella. Chitarrista, compositore, componente storico della Piccola Orchestra Avion Travel guidata da Peppe Servillo con cui vinse a Sanremo nel 2000, è morto ieri a Caserta. Un malore lo ha stroncato all'improvviso a 64 anni, la maggior parte dei quali passati con l'inseparabile chitarra, presa in mano per la prima volta a 12 anni, come racconta la sua biografia. Oltre cinquant'anni di amore incondizionato. E ricambiato. Diversi i gruppi in cui ha militato fin dall'adolescenza, dai Condor ai Coronilla Varia (scioltisi però dopo solo la seconda prova per litigi tra i componenti della band), passando per La Prima Pagina, per l'orchestra di Augusto Martelli nella prima metà degli anni Settanta e per il trio I Mediterranea. Ma il gruppo al quale rimarrà sempre e indissolubilmente legato è quello degli Avion Travel in cui è entrato all'inizio del 1986. Tanti i riconoscimenti che hanno ottenuto dalla critica, anche il grande pubblico ha saputo comunque apprezzarli e regalargli la vittoria a Sanremo grazie a "Sentimento". Ma Mesolella non è mai stato solo un musicista. Eclettico, potrebbe essere l'aggettivo che più lo identificava.... Continua a leggere...www.ansa.it/è-morto-fausto-mesolella
Quando ieri ho saputo, informato dalla comune amica e conoscente Cinzia Ravaglia, ci sono ovviamente rimasto male e la mente si è subito connessa con il ricordo dei giorni trascorsi ad Alcatraz lo scorso mese di agosto, dove Fausto Mesolella era ospite e invitato d'onore al festival-della-musica-di-alcatraz. Nell' interminabile serata in cui salì sul palco deliziò tutti i presenti con la sua musica raffinata e realmente unica, la sua chitarra era la sua voce e lui la sapeva suonare in un modo veramente straordinario. Mille grazie per le splendide emozioni che mi hai trasmesso e che avevamo messo in conto di riviverle ancora insieme a te. RIP FAUSTO.
Angelo Gentilini

Serve un piano nazionale per la Non Autosufficienza:

"Prendiamo atto positivamente dell'impegno assunto da Governo e Conferenza delle Regioni, ribadito oggi (29 marzo 2017) dal Ministro Poletti e dall’assessore Facciolla, di ristabilire la dotazione del Fondo per la Non Autosufficienza per l’anno 2017 a 500 milioni di euro e del Fondo per le Politiche Sociali a 311,56 milioni. Rivendichiamo però, in tempi rapidi, l’approvazione dell’atto formale che cancelli effettivamente i tagli ai fondi inferti con l’Intesa Stato Regioni del 23 febbraio scorso". Così in una nota congiunta Cgil, Cisl, Uil, Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil al termine della riunione romana di mercoledì del Tavolo sulla Non Autosufficienza. 
"In ogni caso - proseguono confederazioni e sindacati dei pensionati - bisogna rendere strutturali questi fondi e 'proteggere' le risorse destinate al welfare come investimento strategico, che vanno perciò escluse dai tagli che si decidono con le manovre finanziarie in attuazione del patto di stabilità. Riteniamo che le risorse stanziate siano ancora insufficienti per rispondere in mondo adeguato ai bisogni e ai diritti di milioni di cittadini. Occorre, a partire dalla prossima legge di bilancio, un graduale, ma certo, incremento delle risorse strutturali del Fondo, da integrare con le risorse globali oggi destinate a vario titolo a prestazioni rivolte alla Non autosufficienza". Cgil, Cisl, Uil, Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil sollecitano infine: "la presentazione della proposta di Piano nazionale per la Non Autosufficienza, da discutere finalmente nel Tavolo NA, che deve affrontare prioritariamente la definizione dei Livelli Essenziali delle Prestazioni Sociali, integrati con i nuovi Lea sanitari, come strumento per assicurare i diritti e la piena inclusione sociale delle persone in condizione di non autosufficienza". 
Angelo Gentilini, da comunicato stampa Cgil, Cisl, Uil.

30 marzo 2017

Delega il CAAF Cgil per rottamare le cartelle Equitalia.

La rottamazione delle cartelle Equitalia sta andando verso la fase più calda: è ipotizzabile che nei prossimi giorni molte persone si recheranno nelle sedi della società di riscossione per multe stradali, bolli auto e variegati e sconosciuti importi, oltre che sanzioni per errori nelle dichiarazioni fiscali, che vorrebbero rottamare con pagamenti diluiti e senza interessi. Malgrado Equitalia, avendo da tempo avviato canali telematici accessibili ai cittadini più avvezzi all’utilizzo degli strumenti informatici, ipotizzava che il ricorso al proprio sito, all’interno del quale la cartella di ogni cittadino può essere aperta ritrovando tutte le informazioni e le cifre richieste, fosse la soluzione più semplice e idonea non è stato così.
Non sempre è facile muoversi tra le pieghe delle normative e delle prassi fiscali. Tantomeno lasciati da soli davanti a uno schermo. Per tutti coloro che necessitano aiuto è importante sapere che possono contare anche sui Centri di assistenza fiscale come il CAAF Cgil, che potranno essere delegati a compiere per loro la rottamazione delle cartelle. I Caaf quindi, oltre all’aiuto pratico nell’elaborazione della richiesta, sono soprattutto chiamati a svolgere il proprio e insostituibile ruolo rivolto alla tutela dei contribuenti e informare, ma soprattutto consigliare sulle scelte da compiere per la rottamazione. Si tenga presente che il termine previsto è stato prorogato fino al 21 aprile, con provvedimento della Commissione Ambiente della Camera. www.caafemiliaromagna.com/cartelle-equitalia-al-21-aprile-possibile-rottamarle-presso-caaf-cgil
Angelo Gentilini, da info www.caafemiliaromagna.com 

29 marzo 2017

L' ultima analisi/articolo di Alfredo Reichlin.

Non lasciamo la sinistra sotto le macerie” di Alfredo Reichlin - 14 marzo 2017
Sono afflitto da mesi da una malattia che mi rende faticoso perfino scrivere queste righe. Mi sento di dover dire che è necessario un vero e proprio cambio di passo per la sinistra e per l’intero campo democratico. Se non lo faremo non saremo credibili nell’indicare una strada nuova al paese. Non ci sono più rendite di posizione da sfruttare in una politica così screditata la quale si rivela impotente quando deve affrontare non i giochi di potere ma la cruda realtà delle ingiustizie sociali, quando deve garantire diritti, quando deve vigilare sul mercato affinché non prevalga la legge del più forte. Stiamo spazzando via una intera generazione. Sono quindi arrivato alla conclusione che è arrivato il momento di ripensare gli equilibri fondamentali del paese, la sua architettura dopo l’unità, quando l’Italia non era una nazione. Fare in sostanza ciò che bene o male fece la destra storica e fece l’antifascismo con le grandi riforme come quella agraria o lo statuto dei lavoratori. Dedicammo metà della nostra vita al Mezzogiorno. Non bastarono le cosiddette riforme economiche. È l’Italia nel mondo con tutta la sua civiltà che va ripensata. Noi non facemmo questo al Lingotto. Con un magnifico discorso ci allineammo al liberismo allora imperante senza prevedere la grande crisi catastrofica mondiale cominciata solo qualche mese dopo. Anch’io avverto il rischio di Weimar. Ma non do la colpa alla legge elettorale, né cerco la soluzione nell’ennesima ingegneria istituzionale: è ora di liberarsi dalle gabbie ideologiche della cosiddetta seconda Repubblica. Crisi sociale e crisi democratica si alimentano a vicenda e sono le fratture profonde nella società italiana a delegittimare le istituzioni rappresentative. Per spezzare questa spirale perversa occorre generare un nuovo equilibrio tra costituzione e popolo, tra etica ed economia, tra capacità diffuse e competitività del sistema. Non sarà una logica oligarchica a salvare l’Italia. È il popolo che dirà la parola decisiva. Questa è la riforma delle riforme che Renzi non sa fare. La sinistra rischia di restare sotto le macerie. Non possiamo consentirlo. Non si tratta di un interesse di parte ma della tenuta del sistema democratico e della possibilità che questo resti aperto, agibile dalle nuove generazioni. Quando parlai del Pd come di un «Partito della nazione» intendevo proprio questo, ma le mie parole sono state piegate nel loro contrario: il «Partito della nazione» è diventato uno strumento per l’occupazione del potere, un ombrello per trasformismi di ogni genere. Derubato del significato di ciò che dicevo, ho preferito tacere. Tuttavia oggi mi pare ancora più evidente il nesso tra la ricostruzione di un’idea di comunità e di paese e la costruzione di una soggettività politica in grado di accogliere, di organizzare la partecipazione popolare e insieme di dialogare, di comporre alleanze, di lottare per obiettivi concreti e ideali, rafforzando il patto costituzionale, quello cioè di una Repubblica fondata sul lavoro. Sono convinto che questi sentimenti, questa cultura siano ancora vivi nel popolo del centrosinistra e mi pare che questi sentimenti non sono negati dal percorso nuovo avviato da chi ha invece deciso di uscire dal Pd. Costoro devono difendere le loro ragioni che sono grandi (la giustizia sociale) ma devono farlo con un intento ricostruttivo e in uno spirito inclusivo. Solo a questa condizione i miei vecchi compagni hanno come sempre la mia solidarietà.”

27 marzo 2017

Assemblee pensionati a Ponticelli, Ina Casa e Tozzona.

Lo Spi Cgil di Imola ha messo in programma le Assemblee Territoriali per incontrare le pensionate e pensionati iscritti e non iscritti allo Spi Cgil. All' ordine del giorno ci sono i 2 Referendum Popolari per il lavoro promossi dalla Cgil e nei quartieri della Lega Spi Cgil Pedagna Cappuccini Ponticelli si terranno 3 assemblee. Si parte con mercoledì 29 marzo, alle ore 14.30, presso la Bocciofila di Ponticelli. La seconda è martedì 4 aprile, alle ore 14.30, presso il Centro Sociale Auser Primola in Via Lippi a Imola. Infine la terza è prevista per mercoledì 5 aprile, alle ore 14.30, presso il Centro Sociale La Tozzona nel quartiere Pedagna.
Finchè sui problemi e questioni dei Voucher e Appalti non ci saranno delle Leggi ben chiare e ben definite, noi della Cgil faremo pressing a 360°. Se questo avviene e risulta che il 28 maggio 2017 non è necessaria la consultazione referendaria; molto bene e saremo noi Cgil, "in primis" per il bene e il futuro dei lavoratori e lavoratrici italiani, ad essere soddisfatti. In ogni modo la Cgil nel suo complesso continuerà la mobilitazione per sostenere la "Carta dei Diritti Universali del Lavoro" che è all'attenzione della Commissione lavoro della Camera dei Deputati. Ovviamente le assemblee sono un momento di incontro molto importante e si possono evidenziare ogni tipo di problematica territoriale, sulle pensioni, sull'assistenza e sanità, e altro che sia di interesse collettivo. Pensionati e pensionate partecipate alle assemblee.
Angelo Gentilini, da info Spi Cgil Imola.

26 marzo 2017

Qualcuno salvi il Gran Premio della Liberazione!!!

"Ciclismo Dilettanti Under 23"
Roma: Il Gran Premio della Liberazione 2017 non si disputerà. Il presidente del Velo Club Primavera Ciclistica, Andrea Novelli spiega: "Non ci sono le condizioni per organizzare la corsa. Le solite e ripetitive frasi di circostanza non sono sufficienti. Inutile che continuino a ripetere: il Liberazione non può morire dopo che tanti hanno contribuito a togliergli ossigeno anno dopo anno con un'ostinazione degna di miglior causa. In pochi hanno mostrato di avere per davvero a cuore la corsa. Ringrazio Mario e Simone Carbutti di Cicli Lazzaretti: hanno consentito di organizzare le ultime due edizione e sono stati i soli a effettuare tentativi per l'edizione di quest'anno. Ringrazio Massimo Castaldini, Sandro Chiaperotti, Donato Rapito e Claudio Iannilli di Tritype. Ringrazio Riccardo Viola, unico esponente degli enti sportivi a esprimere solidarietà non solo a parole: sordità e impotenza hanno contraddistinto le istituzioni a tutti i livelli, dalle locali alle nazionali, da quelle sportive a quelle politiche. Né ci sono stati vicini quei giovani dirigenti di società ciclistiche romane che, fingendo di collaborare, hanno sfruttato per proprio tornaconto il Liberazione. Mai, tuttavia, mi sarei aspettato che la pietra tombale sulla storia del Gran Premio della Liberazione fosse apposta da due degli organizzatori più celebrati dell'attuale momento ciclistico: l'uno pronto a far bloccare somme sui conti personali e l'altro, ahimè, dimentico di essere stato lanciato nel mondo del giornalismo da Gino Sala e dal circuito storico delle Terme di Caracalla”. 
"Da Gustavo Guglielmetti nel 1946 a Vincenzo Albanese nel 2016: 
l'albo d'oro si ferma qui." www.tuttobiciweb.it/gp-liberazione-roma-under-23 
Angelo Gentilini, da comunicato stampa www.primaveraciclistica.it 

25 marzo 2017

Oggi "Strade Bianche di Romagna", ciclismo Under 23.

Oggi a Mordano (Bo), sabato 25 marzo 2017, alle ore 13,30: Gara Nazionale Under 23 " Strade Bianche di Romagna ", una piccola Parigi - Roubaix nel cuore della Romagna. Percorso di 131 km di gara, con 17 settori di Strade Bianche, con il 12° in salita e Gpm di Dozza Imolese, per un totale di 22 km di extra-asfalto immersi nelle campagne. 
Info tecniche: www.federciclismo.it/event/2017/03/25/strade-bianche-di-romagna
Altre info: www.federciclismo.it/it/race/strade-bianche-di-romagna 
Angelo Gentilini

24 marzo 2017

Caporalato, appalti illeciti, evasione e false cooperative in Romagna.

Il caporalato delle false cooperative venuto alla luce nelle cronache di questi giorni nei campi e negli allevamenti romagnoli è anche figlio della deregolamentazione che è stata introdotta nel settore degli appalti in questi ultimi anni: continui interventi legislativi sulla responsabilità solidale dei committenti, per arrivare alla completa depenalizzazione del reato di somministrazione illegale di manodopera (D.lgs 8/2016) e all’abrogazione del reato di somministrazione fraudolenta di manodopera (Jobs Act). Ci sono precise responsabilità politiche dei governi di questi ultimi anni, prima fra tutte del governo Renzi e del suo Ministro del Lavoro Poletti, ma anche precise responsabilità delle imprese committenti (comprese le imprese agricole) che, attraverso discutibili appalti, si affidano ad imprese appaltatrici che offrono i loro servizi a prezzi stracciati, spesso con risparmi sul costo del lavoro che vanno oltre il 40%. Oltre allo sfruttamento del lavoro, in alcuni casi paragonabile alla schiavitù, c’è anche una enorme evasione fiscale (IVA) che le innumerevoli indagini della Guardia di Finanza hanno portato alla luce in tutto il territorio nazionale: consorzi, cooperative o SRL, con a capo semplici prestanome spesso stranieri con un curriculum imprenditoriale lungo svariate pagine, fatturano all’impresa committente i loro servizi; l’impresa committente “scarica” l’IVA, l’impresa appaltatrice (SRL o falsa cooperativa) scompare dopo qualche annetto non versando le imposte dovute, compresa l’IVA che, nel frattempo, il committente ha incassato dallo Stato. Ecco il colossale affare che si nasconde dietro certi appalti! I caporali catturati, probabilmente, non pagheranno nulla perché non avranno nulla che possa essere aggredito patrimonialmente. Mentre i committenti, anche grazie alle recenti modifiche legislative, continueranno a dormire sonni tranquilli, cercheranno sulla piazza altre imprese appaltatrici a “buon mercato” e continueranno a creare concorrenza sleale, mettendo in pericolo l’esistenza delle imprese che vogliono rispettare leggi e contratti. I caporali scoperti nell’inchiesta romagnola sono semplici pedine di un sistema di veri e propri “cooperatifici” che stanno infestando tutte le zone d’Italia: Modena, Milano, Roma, Cremona, Mantova, Verona, ecc. Non c’è nessun settore che si possa ritenere escluso: dai campi alla logistica, passando dagli ospedali per finire nei macelli; da oltre sedici anni la Flai Cgil dell’Emilia Romagna sta denunciando a tutte le istituzioni quanto sta avvenendo nella filiera agroalimentare della nostra Regione. Per garantire legalità negli appalti, è sì necessario sostenere l’azione degli organi inquirenti, ma anche individuare i cambiamenti legislativi che hanno permesso e stanno permettendo questa degenerazione nel nostro sistema produttivo. C’è un caporalato che si nasconde anche dietro l’intermediazione illegale di manodopera, attuata tramite appalti illeciti, utilizzato per abbassare il costo del lavoro e che crea una competizione selvaggia e illegale fra le imprese. Le eccellenze delle nostre produzioni, la competitività delle nostre imprese si salvaguardano se c’è il rispetto della legalità. Dispiace constatare che, nei rinnovi dei contratti provinciali agricoli del nostro territorio regionale, alcune associazioni degli agricoltori continuino a richiedere abbassamento del costo del lavoro e interventi contrattuali per attenuare le disposizioni previste dalla Legge 199/2016 (Legge contro il caporalato). Dispiace constatare che, nella filiera della macellazione, lavorazione e trasformazione delle carni, chi rappresenta le imprese del settore non dica basta ad un modello organizzativo identico a quello recentemente scoperto nelle campagne romagnole. (Bologna, 22 marzo 2017: Umberto Franciosi Segretario Flai Cgil Emilia Romagna)
Angelo Gentilini, da info Flai Cgil Emilia Romagna.

23 marzo 2017

L' appunto dell' Anpi su Salvini a Verona il 25 aprile.

Scoperta maxi truffa di riciclaggio e voucher a Carpi.

Dichiarazione di Luigi Giove, segretario Cgil Emilia Romagna, su maxi truffa dei voucher da parte di un'associazione a delinquere scoperta dai Carabinieri di Carpi : «È notizia di ieri che, grazie ai Carabinieri di Carpi, sia stata scoperta un'associazione a delinquere finalizzata alla frode informatica e al riciclaggio. Fin qui nulla di nuovo, si potrebbe obiettare. E invece no! La novità consiste nel modo in cui l'associazione a delinquere ha deciso di riciclare il denaro frutto delle proprie attività illecite. Infatti, questi "signori" hanno deciso di reinvestire in voucher il denaro sottratto a persone truffate su internet, che hanno risposto a e-mail trappola fornendo i dati di accesso personali alla propria banca online (in inglese, phishing). Così erano sicuri di utilizzare uno strumento facilmente mimetizzabile con delle attività apparentemente lecite, e questa attività di riciclaggio aveva anche il vantaggio di avere un costo bassissimoÈ davvero incredibile come, alcune volte, la realtà si accanisca ed abbia la testa così dura da spuntare continuamente fuori anche quando, come in questi giorni, ci sia la corsa ad elencare i fantomatici vantaggi nell'utilizzo dei voucher e le catastrofi che si abbatteranno a causa della loro cancellazione, per effetto del decreto del Governo e dei referendum promossi dalla Cgil. Ma la realtà, dicevo, torna continuamente a galla e così potremmo fare anche altre considerazioni. Ad esempio, può essere che nelle statistiche Istat i voucher acquistati per riciclare denaro sporco siano diventati occupati. Mi sembra infine chiaro che se uno strumento è malato e si presta così facilmente ad un utilizzo illegale, compreso il lavoro nero, il caporalato ed altri usi di tipo analogo, non sia materialmente riformabile. Per questo la Cgil continuerà a rivendicarne la cancellazione fino ad approvazione definitiva della legge di conversione. Nel frattempo la mobilitazione e la campagna referendaria non si fermano ed anzi proseguono con lo stesso impegno di prima.»
Altre info: www.sassuolo2000.it/truffa-con-voucher-carpi-cgil-modena 
www.modenatoday.it/maxi-frode-riciclaggio-voucher-carpi.html 
Angelo Gentilini, da info Cgil Emilia Romagna.

22 marzo 2017

R.I.P. Compagno Alfredo Reichlin.

ROMA - È morto a 91 anni Alfredo Reichlin. Partigiano, allievo di Togliatti, direttore dell’Unità, membro della Direzione del PCI, parlamentare, dirigente storico del partito e poi nel Pd, è stata una delle figure più autorevoli della politica italiana. Era presidente del Cespe, il Centro studi di politiche economiche. Dalla prima moglie Luciana Castellina ha avuto i figli Lucrezia e Pietro, dal 1982 era sposato con Roberta Carlotto che a sua volta aveva avuto una figlia, Silvia, dal precedente marito. www.repubblica.it/news/alfredo_reichlin  
Ricordo perfettamente quando venne ad Imola negli anni 70 e in tantissimi giovani andammo ad ascoltarlo al Cinema Centrale. Le sue analisi socio politiche economiche sono sempre state illuminanti e un passo avanti agli altri per il bene comune e collettivo. 
Info sulla sua storia di vita: wikipedia.org/Alfredo_Reichlin
Buona giornata Angelo Gentilini. 

In Emilia Romagna una nuova legge a tutela dei consumatori.

Ieri, 21 marzo 2017, l'Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna ha approvato la nuova legge che tutelerà i cittadini nella loro veste di consumatori e utenti dei servizi pubblici e privati. Il testo è stato approvato con 40 voti favorevoli e 4 astenuti: un ampio consenso che dà la misura del riconoscimento trasversale delle forze politiche della necessità di una adeguata normativa a tutela dei consumatori e del lavoro bipartisan svolto dalla Giunta. Questa nuova legge è stata fortemente voluta da Federconsumatori che il 18 novembre 2014, con altre 10 associazioni, invitò gli allora candidati alla Presidenza della Regione ad un'assemblea pubblica per chiedere la sostituzione della L.R. 45 del 1992, all’avanguardia quando fu adottata, ma ormai datata e non più rispondente alle reali necessità quotidiane dei cittadini. Stefano Bonaccini, oggi Presidente della Regione, si impegnò, in quell'occasione, a far approvare una nuova legge rispondente alle richieste delle Associazioni. Per questo, appena insediata la nuova Giunta, Federconsumatori e le altre Associazioni proposero una bozza di testo normativo, su cui si avviò un confronto con l'assessore Corsini, che mise in moto il processo che ha portato al risultato odierno. La nuova legge riconosce ai consumatori, attraverso le loro Associazioni, il diritto di consultazione e proposta riguardo ad ogni atto, promosso dalla Regione, che li riguardi. Una legislazione regionale a misura di consumatore, insomma, come richiedemmo allora e come ci auguriamo questa legge possa portare ad elaborare. La legge istituisce, a tal scopo, il Comitato regionale dei consumatori e utenti, un organo in cui tutte le Associazioni effettivamente rappresentative e indipendenti possono contribuire a dare il loro apporto partecipativo. La Regione si impegna inoltre a promuovere la consultazione delle Associazioni riguardo ai contratti e le Carte dei servizi pubblici, che regolano i rapporti tra le società che erogano questi servizi ed i cittadini-utenti che ne fruiscono. La nuova normativa pone inoltre le basi per il potenziamento della funzione di formazione e informazione delle Associazioni dei consumatori nei confronti dei cittadini. «Questa legge rafforza la capacità di tutela dei consumatori da parte delle Associazioni» - dichiara Marcello Santarelli, Presidente di Federconsumatori Emilia Romagna - «in special modo, quelli appartenenti alle fasce più deboli. Cittadini che hanno subito, in questi anni di crisi, da un lato, l'erosione del proprio reddito, dall'altro l'aggressività di un mercato che li ha sempre più vessati e raggirati». 
Angelo Gentilini, da info Federconsumatori Emilia Romagna.

21 marzo 2017

Oggi ad Imola incontro-memoria contro le mafie

Angelo Gentilini, da info Libera-Circondario Imolese.

20 marzo 2017

"Giornata della Memoria delle Vittime delle mafie".

Domani e ogni 21 di marzo d'ora in poi sarà la “Giornata nazionale della #Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle #mafie”.  È il risultato di un grande lavoro di rete, che ha visto gli Amministratori uniti per un unico obiettivo, ricordare le vittime innocenti delle mafie. Grazie a Libera Contro le Mafie per il suo impegno, ad Avviso Pubblico, a tutte le donne e gli uomini che hanno reso possibile l'istituzione della giornata a livello nazionale #ilnoichevince .
Approfondisci l'iter del provvedimento:
www.avvisopubblico.it/osservatorio/contenuti-dellosservatorio/attivita-legislativa/progetti-di-legge-in-discussione/giornata-nazionale-della-memoria-e-dellimpegno-in-ricordo-delle-vittime-della mafia
Angelo Gentilini

18 marzo 2017

A Sanremo io tifavo Sagan, ma ha vinto Kwiatkowski.

Oggi nella 108° Milano - Sanremo, classicissima di ciclismo professionistico di 291 Km, Peter Sagan ha dato vita all’attacco decisivo sul Poggio, ma anche questa volta non è riuscito a vincere la Sanremo. Dopo aver tirato per tutta la discesa del Poggio e gran parte degli ultimi 2 km, Sagan nella volata finale è partito lungo e ha subito la rimonta da parte di Michael Kwiatkowski, che lo ha beffato con il colpo di reni. Terzo un ottimo Julian Alaphilippe. Kristoff ha vinto la volata dei battuti (5 secondi di ritardo), battendo Gaviria, 9° Elia Viviani, 13° Sonny Colbrelli. Grande onore al vincitore, ma grande merito anche a Sagan che ha attaccato duramente sul Poggio tirando via il terzetto, che grazie alla risaputa generosità del Campione del Mondo in carica ha anticipato la volata del gruppo sul viale d'arrivo posto in Via Roma a Sanremo. Una nota la merita anche Alan Marangoni (Nippo-Vini Fantini), corridore di Cotignola, che ha fatto parte del drappello dei 10 fuggitivi che ha pedalato in avanscoperta per tantissimi km e che il gruppo ha riagguantato all'inizio della Cipressa, che è la penultima asperità posta prima del Poggio. 
Angelo Gentilini

"Marinaleda, la comunità più socialista d' Europa"

Nel cuore dell'Andalusia sorge una piccola comunità rurale che è riuscita a sconfiggere la piaga dei senza lavoro. Un esempio unico nell'Europa colpita dalla crisi e dalla recessione creato dallo storico sindaco della cittadina. Juan Manuel Sànchez Gordillo ha fondato la politica economica e sociale su un principio che ha avuto successo: non più competitività ma cooperazione. Ispirandosi ai valori del socialismo ha costruito nell'arco di 30 anni un sistema che garantisce la sussistenza all'intera comunità agricola. Il risultato è la piena occupazione e un sogno che resiste: l'utopia di un sistema di convivenza e produttivo diverso. Siamo andati a visitarlo. 
Ecco quello che abbiamo scoperto:
MARINALEDA - A poco più di 100 chilometri da Siviglia, nel cuore dell'Andalusia, si trova una piccola comunità rurale di circa 2700 abitanti. Si chiama Marinaleda. Comune agricolo circondato da campi coltivati e migliaia di alberi di ulivo che si perdono all'orizzonte fin dove l'occhio può arrivare. La particolarità di questo luogo apparentemente simile a molti altri delle aree interne al Mediterraneo, non è il paesaggio e tanto meno la natura, ma la sua forza economica che lo rende unico. Qui la disoccupazione non esiste. Dal 1979, con le prime elezioni democratiche del post franchismo, a Marinaleda la giunta è guidata dallo storico Alcalde, Juan Manuel Sánchez Gordillo. Additato come una specie di folle e anacronistico rivoluzionario, il sindaco ha basato la politica economica e sociale della comunità dandole una definizione molto chiara: utopia. Consapevole che l'unica forza in possesso della gente andalusa era la terra, fin dall'inizio ha guidato una campagna politica per ottenere una riforma agraria che permettesse a questo piccolo popolo di essere in grado di poter sostenere al meglio l'economia locale. Ed è così che la maggior parte della popolazione è impiegata in una grande cooperativa agricola perché qui non è la competitività il fondamento che regge l'economia, ma il suo esatto contrario: la cooperazione.Questo piccolo comune, ispirandosi agli ideali del socialismo storico, ha costruito nell'arco di 30 anni un sistema economico e sociale che garantisce la sussistenza dell'intera comunità e che ha permesso alla cittadina di reggere ai colpi della crisi economica che proprio in Andalusia ha prodotto negli ultimi anni gli effetti più devastanti. Sulla bandiera tricolore, lo stemma al centro riporta la scritta "Marinaleda: una utopia verso la pace"......... 
Leggi tutto: inchieste.repubblica.it/marinaleda 
Altre info: wikipedia.org/wiki/Marinaleda 
Angelo Gentilini, da info stampa repubblica.it /// wikipedia.org

17 marzo 2017

Fondamentale il pressing Cgil su voucher e appalti.

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto che abolisce i voucher. Lo annuncia il governo al termine della riunione. Il testo ricalca quello approvato ieri dalla commissione Lavoro della Camera. Il Cdm ha dato via libera anche alla norma che ripristina la responsabilità solidale in materia di appalti tra committente, appaltatore e subappaltatore. Le misure rispondono ai due quesiti referendari proposti dalla Cgil, nella consultazione già fissata per il 28 maggio. "Non diciamo abbiamo vinto prima di vedere i testi. Però una vittoria c'è, le persone non sono più rassegnate grazie alla Cgil". Questo il primo commento del segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, parlando a Brindisi in un'iniziativa del sindacato. "La nostra campagna va avanti - aggiunge -, il nostro obiettivo è la Carta dei Diritti universali del lavoro. Chi mette in contrapposizione voucher e lavoro nero fa demagogia: il lavoro nero è illegale e va contrastato in quanto tale, non accompagnato".
Angelo Gentilini, da info www.rassegna.it/il-cdm-si-allabolizione-dei-voucher 

16 marzo 2017

"8 aprile e 28 maggio per liberare il lavoro"


Al voto il prossimo 28 maggio. Il Consiglio dei Ministri riunitosi il 14 marzo, dopo 46 giorni dalle motivazioni della Consulta, ha finalmente indetto la data dei referendum popolari proposti dalla Cgil contro i voucher e per la piena responsabilità solidale negli appalti. “Ora avanti con la campagna elettorale, ci prepariamo a questa sfida. Abbiamo davanti un periodo impegnativo e lo utilizzeremo in tutti i modi”. Così il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, dopo la decisione del CdM. “Abbiamo proposto l’election day e rinnoviamo questa richiesta. Vista la data scelta sarebbe possibile far coincidere il referendum con le elezioni amministrative e non perché ci preoccupa il quorum. I Comuni al voto non sono tantissimi, sarebbe solo una scelta oculata, in un’ottica di finanza pubblica. E' sconcertante che il tema degli appalti sia considerato meno rilevante di quello dei voucher”, visto che “il lavoro negli appalti è in crescita e il degrado in questo sistema è oggetto di tanta cronaca. Quindi, qualunque operazione il Governo intendesse fare dovrà essere riguardare entrambi i problemi. Concentrarsi solo su un quesito indica la volontà di un indebolimento del giudizio popolare”.
Per l’8 aprile a Roma è prevista una grande manifestazione nazionale indetta dal Comitato nazionale per il Sì ai Referendum per il lavoro. L’appuntamento è a Piazza del Popolo a partire dalle ore 14 sino alle ore 17.
Da Imola partiranno dei pullman. Per partecipare: tel. 0542/605611.
www.cgilimola.it/referendum-lavoro-si-vota-il-28-maggio.
www.rassegna.it/cgil-in-piazza-l8-aprile-per-il-referendum
Angelo Gentilini, da info www.rassegna.it ///  www.cgilimola.it 

15 marzo 2017

Il punto sindacale sull' Ausl Imola.

"Bene il progetto di continuità assistenziale Ospedale Territorio, male sulle assunzioni e sul finanziamento"
Incontro importante tra FP CGIL - CISL FP - UIL FPL ieri in direzione generale Ausl Imola per la presentazione della riorganizzazione dell'area medica ed un primo confronto sul finanziamento 2017 ed il conseguente piano assunzioni.
Abbastanza bene il confronto sulla riorganizzazione presentata ieri per la prima volta ufficialmente al tavolo ai sindacati: investimenti, ristrutturazioni e tempi brevi per arrivare ad una rivoluzione dell'area medica dell'Ospedale di Imola che dovrebbe migliorare i percorsi assistenziali di presa in carico delle persone che si rivolgono alla sanità imolese e l'integrazione tra Case di riposo ed Ospedali (questione da risolvere per utilizzare propriamente le poche risorse a disposizione).Diverse le strutture interessate: la lungodegenza, le medicine, la geriatria, l'ortogeriatria in Ospedale e l'ospedale di comunità e l'hospice a Castel San Pietro ed un cospicuo investimento per ristrutturare diverse aree dell'Ospedale nuovo per inserire ausili automatici per la mobilizzazione delle persone ricoverate.Inoltre, la creazione di una area di degenza a gestione Infermieristica che rappresenta una novità nel panorama della sanità imolese, da valutare con grandissima attenzione sia dal punto di vista della qualità dell'offerta sia dal punto di vista dello sviluppo professionale.Chiaramente sentiremo il parere del personale che lavora nelle unità operative per aprire un confronto che entri nelle questioni di "sostanza". Male invece sul finanziamento, visto che ci è stato spiegato che gli aumenti, sbandierati dal governo nazionale, sono già impegnati su nuove voci di spesa e di conseguenza la spesa stabile conterà su quello che c'era anche l'anno scorso, creando non poche difficoltà sulle assunzioni per le quali l'impegno straordinario dell'anno scorso sarà difficilmente ripetibile.Secondo noi anche qualcosa in meno, in relazione al fatto che le Regioni a statuto speciale hanno rifiutato la messa a disposizione di risorse per lo Stato, così come invece hanno dovuto fare le altre a regime ordinario.La sanità come un bancomat da utilizzare per tagliare sulla salute delle persone, un diritto che dovrebbe avere più attenzioni di quelle dichiarate nelle varie campagne di consenso, mai mantenute dal governo.(FP-CGIL, CISL-FP, UIL-FP, territorio di Imola)
Angelo Gentilini, da info Cgil Imola.

14 marzo 2017

Ponticelli centro, cercasi fibra ottica e telefono fisso!!!

Imola. Quando i telefoni fissi funzionano a singhiozzo o sono del tutto inutilizzabili per gran parte delle giornate, specialmente in una frazione come Ponticelli dove abitano molti anziani, il problema diventa molto sentito.
Come spiega Angelo Gentilini dello Spi-Cgil che abita in zona: “Nella parte centrale della frazione e nella piazza principale dove ci sono servizi importanti come la farmacia, il negozio di alimentari, studi professionali e residenti, il segnale della fibra ottica di Tim da lunedì 6 marzo fino ad ora (14 marzo), scompare per lungo tempo. Segnalando il disservizio con cellulari, dopo un po' di tempo viene risolto da Tim che ringrazia il gentile cliente ma purtroppo poi il disservizio si ripresenta nella stessa forma sia per i telefoni fissi sia per internet. Siamo molto preoccupati, la farmacia ha forti difficoltà nel fare le prenotazioni al Cup, chi ha internet vede sparire il segnale come è accaduto a me mentre stavo scrivendo sul mio blog, ma soprattutto ci sono tanti anziani i quali magari non sanno usare il cellulare che possono aver bisogno dell'aiuto dei parenti in breve tempo e non possono telefonare. E' fondamentale tornare alla normalità al più presto, siamo già al nono giorno con tale problema. Informerò il Comune e le istituzioni affinché si adoperino per cercare di risolvere la questione”. www.leggilanotizia.it/parte-lallarme-i-telefoni-fissi-nel-centro-di-ponticelli-spesso-non-funzionano 
Angelo Gentilini, da www.leggilanotizia.it 

13 marzo 2017

Sanità bene comune – Cosa ne pensi?

Qual è la tua opinione sulla sanità in Emilia-Romagna? Lo Spi-Cgil insieme a Federconsumatori, Auser e Cgil ER ti propone un questionario per dire la tua sul nostro sistema sanitario regionale. 
Clicca sul link www.spier.it/sanita-bene-comune-cosa-ne-pensi  e trovi la chiave per dire la tua compilando il questionario in forma anonima.
Angelo Gentilini, da info www.facebook.com/SpiCgilER 

12 marzo 2017

Il tortino asparagi e ricotta di LiberEtà.

Ingredienti (per 4 persone): 500 grammi di asparagi, uno scalogno, 200 grammi di ricotta, 50 grammi di parmigiano, 100 grammi di panna, un uovo, olio, sale e pepe (q.b.), pasta sfoglia

Preparazione: Tagliate finemente lo scalogno e mettetelo in padella a rosolare con l’olio. Quando è dorato, unite gli asparagi tagliati a tocchetti. • Nel frattempo versate in un contenitore la ricotta, con parmigiano, panna e uovo e mescolate per amalgamare bene (conservate a parte tre cucchiai di uovo sbattuto).• Quando gli asparagi sono pronti uniteli al ripieno (potete frullarne la metà così da dare un sapore più omogeneo al ripieno). Aggiungete sale e pepe. • Stendete la pasta in un contenitore da forno lasciando dei bordi un po’ in eccesso. Versate il ripieno e ricoprite con la pasta dei bordi e con una nuova sfoglia sulla superficie • Usate l’uovo sbattuto rimasto per pennellare la copertura del tortino • Mettete in forno per 30 minuti a 180°. Lasciate raffreddare pochi minuti e servite. www.libereta.it/rubriche/ricette 

Angelo Gentilini, da info www.libereta.it 

10 marzo 2017

Domenica a Bologna replica spettacolo sul mondo delle donne.

Domenica, 12 marzo 2017: "TEATRO DEGLI ANGELI BOLOGNA"
Spettacolo: "Coraggio, bellezza, libertà: il mondo delle donne"
Alle ore 20,45 "Teatro degli Angeli"  Via Massa Carrara, n°3. (Quartiere Savena Bo) 
La "Compagnia All'Incanto" presenta uno spettacolo inedito di letture e danze sulle lotte e conquiste delle donne italiane curato dalla coreografa imolese Cinzia Ravaglia e prodotto dalla Cgil Imola in collaborazione con la Fondazione Argentina Bonetti Altobelli e il Coordinamento donne Cgil e Spi Imola.
- CORAGGIO, BELLEZZA, LIBERTA’: IL MONDO DELLE DONNE - Un drappo rosso che segue il suo destino crudele o di rivalsa è il filo conduttore di un percorso lungo tutta la storia. Le donne queste magnifiche ed instancabili donne che hanno cambiato la loro sorte e futuro: le loro urla di coraggio, la loro bellezza dell’anima, la loro parola: libertà. Cosa possiamo aspettarci ancora da questa realtà? Sicuramente il testimone deve per forza o per ragione passare di voce in voce, di cuore in cuore. Il mondo delle donne è speciale, lascia una scia di profumo una risata contagiosa e la consapevolezza che i percorsi difficili storici dei diritti delle donne sono stati conquistati con sudore e sangue. Le donne sanno di poesia e di amore.... Leggi tutto: www.facebook.com/cinzia.ravaglia1/posts 
Angelo Gentilini

09 marzo 2017

Agevolazioni telefoniche per i disabili.

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha diffuso le nuove agevolazioni riservate a persone sorde e cieche (anche parziali): gli operatori telefonici dovranno garantire loro dai 10 ai 20 giga di traffico internet al mese e congrue soglie di messaggi e traffico voce, con almeno il 50% di sconto rispetto alle tariffe migliori del mercato. Ecco i dettagli: Almeno 20 giga al mese per i sordi, e almeno 10 per i ciechi (anche parziali), il tutto con un canone scontato del 50% rispetto alla migliore offerta di ciascun operatore telefonico.Sono queste le nuove tariffe agevolate stabilite dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni a favore di utenti sordi, ciechi totali e ciechi parziali e, nel caso delle offerte di telefonia fissa, anche del nucleo familiare di cui fanno parte. Il Consiglio di Agcom ha confermato inoltre per gli utenti sordi l’esenzione dal pagamento del canone di abbonamento al servizio telefonico; per i servizi di telefonia mobile, invece, le agevolazioni dovranno garantire, per i sordi, un volume di traffico dati di almeno 20 Gb nonché l’invio di almeno 50 sms gratuiti al giorno e, per i ciechi, un’ offerta comprensiva di 2.000 minuti di traffico voce gratuiti ed un volume di traffico dati di almeno 10 Gb. Queste misure – relatori i commissari Antonio Nicita e Francesco Posteraro - sono state adottate dal Consiglio dell’Autorità per garantire agli utenti disabili un accesso equivalente a quello della maggior parte degli utenti e un’effettiva libertà di comunicazione. Il provvedimento aggiorna le agevolazioni in vigore dal 2007, divenute ormai obsolete alla luce dell’evoluzione tecnologica del mercato e della crescita esponenziale di servizi e applicazioni Internet. Con questa delibera l’Agcom per la prima volta estende i benefici vigenti anche alla categoria dei ciechi parziali, che potranno scegliere se aderire all’agevolazione relativa ad internet rete fissa o all’offerta specifica di telefonia mobile. Al fine di consentire la conoscibilità di tali misure e l’adesione ad esse, la delibera prevede anche disposizioni finalizzate a semplificare le modalità di accesso dei disabili ai siti web degli operatori. Le nuove offerte saranno rese disponibili agli aventi diritto entro 120 giorni dall’entrata in vigore della delibera. Dopo i primi sei mesi, l’Autorità valuterà la possibilità di estendere le agevolazioni anche ad altre categorie di disabili.

08 marzo 2017

07 marzo 2017

Altri inauditi tagli alla sanità e non autosufficienza.

INAUDITO: ALTRI TAGLI AL WELFARE. 
COSA SUCCEDERA' IN EMILIA ROMAGNA?
Il 23 febbraio 2017 il Governo e le Regioni hanno raggiunto un'intesa che ha previsto una riduzione del Fondo sanitario nazionale di 422 milioni, passando da 113 a 112, 578 e dei fondi per le politiche sociali e per la non autosufficienza per 261 milioni, per un totale tra sanità e sociale di 683 milioni. Nonostante le dichiarazioni di soddisfazione unanime di tutte le Regioni per l'intesa raggiunta, compresa la nostra il cui Presidente è anche Presidente della Conferenza delle Regioni, CGIL-CISL-UIL dell'Emilia Romagna esprimono grandissima preoccupazione per le ricadute che questa intesa potrà avere anche sul nostro territorio regionale soprattutto sul sociale. Infatti il Fondo Politiche Sociali nazionale è stato ridotto di oltre 200 milioni rispetto al 2016 e quindi anche nella nostra Regione ci sarà una pesante riduzione del Fondo Sociale Locale. Fondo che viene ripartito ai Comuni e viene finalizzato ad interventi a sostegno della povertà, dell'emarginazione, delle nuove generazioni, dell'integrazione pluriculturale e altri interventi per le fasce di popolazione più debole. “Il bilancio di previsione regionale 2017 è stato approvato asserendo che non ci sarebbero stati tagli sul welfare, ma alla luce dell'intesa del 23 febbraio” ricordano Balestrieri, Martinelli, Ferrara “ci pare molto difficile che gli impegni saranno mantenuti e in una Regione che si accinge ad affrontare un confronto sul nuovo Piano Sociale Sanitario Integrato non ci pare una buona base di partenza”. (Segreterie CGIL CISL UIL Emilia Romagna)
Angelo Gentilini, da info Cgil Emilia Romagna.

06 marzo 2017

Ad Imola, il 12 marzo "Pranzo Partigiano".


Domenica 12 marzo 2017, tradizionale festa annuale e...
*Pranzo dei partigiani*
A partire dalle ore 12 al ristorante dell’Hotel Maglio di Imola.
Il menù come sempre è eccellente e gustoso,
la compagnia ottima e il costo contenuto.

Attendiamo la tua prenotazione presso la sede dell’Anpi di Imola in piazzale Giovanni dalle Bande Nere, 14, le mattine del martedì, giovedì e sabato, telefono 0542 23131. E-mail: imola@anpi.it

Angelo Gentilini, da info http://www.anpiimola.it/ 

05 marzo 2017

Lo "Scorpione" di marzo di LiberEtà.

Ultimamente vi siete trascurati soprattutto per quanto riguarda l’aspetto fisico: rimediate. 
Avete fiducia in ciò che state facendo, perciò riuscirete a convincere molte persone. 
La fortuna aiuta chi è preparato.
Angelo Gentilini, da www.libereta.it  

04 marzo 2017

Fantastica Elisa Longo Borghini.

Elisa Longo Borghini conquista la Strade Bianche 2017 al femminile, ed è la prima leader del Women’s World Tour. Niewiadoma e Deignan sul podio....www.cicloweb.it/fantastica-elisa-longo-borghini-vince-la-strade-bianche-femminile/  
MENO MALE CHE CI SONO LE DONNE...grazie, ciao.
Angelo Gentilini

Kwiatkowski è l'eroe delle Strade Bianche 2017.

Risorge dallo sterrato e rinasce dopo due stagioni opache Michal Kwiatkowski: è il campione del mondo 2014 l’eroe delle Strade Bianche 2017 di Siena, splendida prova WorldTour in cui aveva già trionfato proprio tre anni fa. Un arrivo trionfale e in solitaria per il corridore polacco del Team Sky, che lascia tutti sul posto a quindici chilometri al traguardo e si invola verso la meritatissima vittoria. Primo dei battuti, il campione olimpico Greg Van Avermaet (Bmc Racing Team)..... http://mondiali.net/53323-strade-bianche-2017-kwiatkowski-eroe-sterrato/ 
Purtroppo cercasi italiano nell' ordine di arrivo?
Angelo Gentilini.

Domani Sagra dei Maccheroni a Ponticelli di Imola.

DOMENICA 5 MARZO 2017, a Ponticelli di Imola, si svolgerà la tradizionale "Sagra dei Maccheroni" già attiva nei primi anni del 1900. E' organizzata dal comitato sagra e sponsorizzata sia dai paesani che da attività commerciali. 
Programma:
Ore 11.30: distribuzione dei maccheroni ai paesani
Ore 12.00: nel bocciodromo: invito a tavola a base di maccheroni a vino organizzato da genitori e insegnanti della scuola primaria di Ponticelli
Ore 14.30: la distribuzione si estende a tutti gli intervenuti e la giornata è allietata dalla musica in piazza da "MAURO & DANIEL - Alta Quota -"
La manifestazione include la 7° edizione di.... “Macchescooterata D' Epoca” ... raduno di vespe e moto d’epoca, in area bocciodromo g.c. dalle ore 10.00, grazie alla collaborazione con l' azienda vinicola " Fondo Ca' Vecja "
In area Cenni g.c. potete trovare: • Il gioco del TAPPO • Mostra Mercato
E per i più piccoli: SPAZIO BIMBI con... • Giostre • Animazione • Laboratorio & Animazione ( in biblioteca ). 

Il Comitato Sagra dei Maccheroni di Ponticelli... VI ASPETTA !!!
Angelo Gentilini, da info www.facebook.com/events